Data

16 2022

Arte, musica, e un tutoraggio strutturato. Una materia insegnata in lingua inglese. E un focus sul mondo del web e del digitale: un percorso per imparare non solo a usare i nuovi mezzi di comunicazione come strumenti di studio, ma anche a evitare i reali pericoli della rete. Sono queste, fra le tante, le peculiarità che offre la scuola “AB Education - scuola Arche”, la Scuola secondaria paritaria del Banco Azzoaglio. Un Istituto che oggi lancia il suo secondo anno presentando alcune novità. Con tanto di presentazione alle famiglie attraverso un “open day” sabato 26 novembre dalle 10 alle 13, nella sede di Mondovì Breo presso i locali del “Casati”.

«La Scuola, nata dal Banco Azzoaglio con Fondazione SanAgostino, oggi è amministrata dalla “Azzoaglio Best Education”, una società Benefit costituita appositamente dal Banco Azzoaglio - ci racconta Erica Azzoaglio - con l’obiettivo di promuovere un modello di scuola innovativo e premiante in provincia di Cuneo. Siamo nati con la sede di Mondovì, ma con l’idea di ampliarci anche in altre città della provincia di Cuneo rilevando altre scuole. Puntiamo a estendere l’offerta anche agli anni della Primaria e dell’infanzia andando così a coprire l’intero ciclo di studi». Una scuola “elitaria”? «Non lo siamo, anzi ci definiamo una scuola inclusiva, oltre che innovativa e interdisciplinare: l’istituto ha ovviamente una retta, ma è accessibile a tante fasce. Senza contare che ogni anno attiviamo borse di studio per studenti con un andamento scolastico meritevole, contraddistinti anche nel campo dello sport e dell’arte. Come del resto facciamo da molto tempo: è l’espressione di ima volontà di impegno sociale da parte della banca. Volontà che si estrinseca sotto forma di sostegno all’istruzione, un sostegno che portiamo avanti da anni attraverso le borse di studio e, da due anni, anche attraverso le Academy, ovvero corsi di formazione finanziaria in tutto il territorio della provincia».

«La Scuola di AB Education è una scuola paritaria - spiega il coordinatore didattico, Marco Domenicale -, vale a dire che al termine del ciclo gli studenti non devono sostenere alcun esame integrativo per accedere alle Superiori. La Scuola segue e osserva tutti i programmi e gli adempimenti ministeriali, gli insegnanti hanno i medesimi titoli di quelli della Scuola Statale. Òvviamente però qua l’approccio è differente: la nostra scuola permette una maggiore elasticità nel raggiungere determinati obiettivi, in primis valorizzare le peculiarità dei singoli studenti. Puntiamo molto sulla socializzazione».

Cinque giorni di lezione, due rientri pomeridiani e la possibilità di attivare lo “studio point” per gli altri pomeriggi, per chi ha necessità, fino alle 18. «Tra le peculiarità c’è il tuforaggio: ogni alunno ha un docente tutor che lo seguirà per tutto il percorso scolastico - continua Domenicale -.

Poi un focus particolare sulla lingua inglese, la cui padronanza è ormai fondamentale: abbiamo tutor madrelingua, con ore di potenziamento, e la metodologia “CLIL” per alcune materie, come per esempio può essere la geografìa, vale a dire che quella specifica materia viene insegnata totalmente in lingua inglese.

Sono stati inoltre attivati corsi di preparazione agli esami Cambrige. Offriamo l’insegnamento della musica, in collaborazione con la Scuola comunale, con possibilità di scelta fra quattro strumenti.

Infine, abbiamo la figura di un animatore digitale, ovvero un insegnante che si concentra sulle nuove tecnologie: sia come creazione di contenuti, pensiamo all’arte digitale per esempio, sia come formazione sulla sicurezza e sull’uso consapevole di un tablet o di un computer. Questo è davvero un tema importantissimo per le nuove generazioni: abbiamo anche pensato a un “corso per genitori” per aiutare le famiglie a impostare correttamente alcuni accorgimenti di sicurezza e controllo sugli strumenti e saper dialogare con i propri figli in modo consapevole».

 

I contatti: 0174.1968068, segreteria® istitutoarche.com