Data

13 Gen 2020

Mercoledì’ 15 gennaio nell’Aula Magna dell’Istituto Baruffi di Ceva la dirigente professoressa Marta Ferrero ha illustrato agli studenti l’importante percorso che il loro istituto ha iniziato. Il Baruffi di Ceva-Ormea ha sottoscritto l’accordo della rete ITEFM ed ha partecipato alla prima Giornata Nazionale degli Istituti Tecnici Amministrazione Finanza e Marketing al fine di promuovere la formazione tecnica ad indirizzo tecnico economico.  Dati alla mano, infatti, nei prossimi anni, la scuola non riuscirà a soddisfare le richieste di figure professionali specifiche necessarie al mondo del lavoro, in quanto le iscrizioni già oggi registrano, a livello nazionale, numeri in calo rispetto agli anni passati.

Le studentesse e gli studenti, per acquisire piena consapevolezza della valenza del loro percorso di studi, hanno incontrato nell’ Aula Magna del loro istituto due donne, che rappresentano nella realtà provinciale il mondo della finanza e quello dell’impresa: Erica Azzoaglio azionista ed amministratrice del Banco Azzoaglio di Ceva e Elena Angaramo, funzionario di Confindustria Cuneo.

Erica Azzoaglio ha evidenziato quanto l’educazione finanziaria dei giovani nelle scuole sia importante, necessaria per capire, comprendere e fare delle scelte di vita di qualità. “Diffondere la cultura dell’uso consapevole del denaro, del valore del risparmio, dello sviluppo economico sostenibile è fondamentale soprattutto se fatto attraverso il dialogo con i giovani, che dimostrano sensibilità a questi temi e rappresentano il futuro”

A rappresentare il mondo delle imprese, è intervenuta da Confindustria Cuneo la Dott.ssa Elena Angaramo che ha restituito ai ragazzi una dettagliata fotografia della situazione occupazionale in Provincia di Cuneo, anche in rapporto ai parametri nazionali. Emerge ancora una volta l’elevata richiesta di figure professionali specifiche e competenti, che il mondo delle imprese richiede alla scuola.

Grazie all’intervento della Prof.ssa Sandra Zoppi, responsabile dello sportello di Placement del Baruffi, i ragazzi hanno avuto indicazioni circa l’attenzione della scuola al loro percorso lavorativo durante gli studi, con esperienze in azienda, e nel post-diploma come ente promotore di tirocini in Garanzia Giovani nonché come punto di riferimento per le aziende locali alla ricerca di figure professionali da inserire nei propri organici.