Moderni per Tradizione Mappa del Sito  |  Ricerca      
Home Page Banco Azzoaglio
Home Page La Banca Le Agenzie Prodotti Risparmio Servizi On Line Notizie Contatti
NOTIZIE
Notizie Locali
Alba
Cairo
Ceva
Monregalese
Azzoaglio
Risparmio Gestito


A L B A 

M A R T E D Ì   1 7   O T T O B R E   2 0 1 7 Torna all'Elenco Notizie

«QUATTRO PARCHEGGI DI SCAMBIO PER RISOLVERE I PROBLEMI DEL TRAFFICO»

Sullo scorso numero del “Corriere” avevamo dato notizia dell’impegno con cui l’Amministrazione albese persegue il miglioramento del trasporto pubblico locale. Tra gli obiettivi, discussi con l’Agenzia Regionale per la Mobilità, è considerato primario quello di dare impulso all’utilizzo del mezzo pubblico dimezzando i tempi d’attesa, da portare a 30 minuti. In questa direzione, in settimana, il tema è stato ripreso dal consigliere del Partito Democratico Mario Marano per segnalare un progetto complementare alla ristrutturazione del Tpl.
«Sono convinto – esordisce Marano – che la promozione del mezzo pubblico avrebbe nella creazione di parcheggi esterni al centro un alleato determinante per una drastica riduzione del traffico che oggi affolla Alba di troppe auto e mezzi pesanti. Vivo il mio impegno in Amministrazione come servizio nei confronti dei cittadini e questo mi ha fatto elaborare una proposta e sottoporla all’attenzione dell’esecutivo».
Quale proposta consigliere Marano?
«Quella di decongestionare Alba lasciando materialmente fuori dalla città le auto e i mezzi pesanti. Come fare? Creando quattro parcheggi di scambio dove attendere navette di collegamento con il centro storico. I parcheggi andrebbero realizzati a San Cassiano (dove erano previste le “torri”), in corso Cortemilia, in zona BigStore al Mussotto e in Vaccheria, qui alle spalle della concessionaria Ford».
Cosa dice in proposito il nuovo Piano Regolatore?
«Dice che le aree ci sono e potrebbero essere utilizzate in questo senso».
Parliamo di costi?
«Non voglio e non posso entrare troppo nei particolari perché siamo all’inizio del lavoro e del confronto con l’Amministrazione. Ma è ragionevole pensare che si tratterebbe di opere realizzabili a costo zero o quasi per il Comune. Con quanto si è speso per il multipiano in piazza San Paolo si farebbero tutti e quattro, e con avanzo di risorse».
Perché secondo lei questa soluzione sarebbe perseguibile e utile?
«Perché – conclude Marano – credo che molti, nel recente passato, abbiano pensato ad Alba come città da 50mila abitanti. Ma pochi avrebbero sottoscritto che saremmo diventati una città turistica che oggi supera i 700mila visitatori l’anno. Con una stagione turistica che dura 10 mesi. I tempi sono maturi per affrontare seriamente e per molti anni a venire il problema principale della nostra città: l’incidenza del traffico sulla qualità della nostra vita. Alba non ha infrastrutture in grado di sostenere ancora altri Tir, auto e pullman. L’idea giusta è che trovino posto in parcheggi di scambio attestati sui principali ingressi alla città. E li restino in attesa di essere recuperati da turisti e visitatori».

Beppe Malò

Il Corriere di Alba

 


17 OTTOBRE 2017
Alba
- CIMICE ASIATICA FLAGELLO DA ARGINARE TECNICI AL LAVORO SULLE CONTROMISURE

- NELLE PROMESSE DI DELRIO MANCANO 120 MILIONI DELLE OPERE ACCESSORIE

- VACCINAZIONI: RICHIAMI ASL VANNO A SBATTERE SUL MURO DELLE FAMIGLIE «NO VAX»

- «QUATTRO PARCHEGGI DI SCAMBIO PER RISOLVERE I PROBLEMI DEL TRAFFICO»

ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO
Notizie Locali

- VENDEMMIA: PARLA L’ESPERTO

- PASTA ITALIANA, POCHE TUTELE

- LA PASSIONE DELL’ORTO PER 6 ITALIANI SU 10

- LA CINA È VICINA (E LA UE CE LA PROPINA)
Ceva

- CASTIGLIONE FALLETTO TROVATE LE SPOGLIE DI ACEFALO

- NEIVE REGOLAMENTO VIETA SPUTI SU SUOLO PUBBLICO

- DIANO D’ALBA VA AVANTI IL PROGETTO “LANGA DEL SOLE”

- LA MORRA UNA LEZIONE TRA I FILARI DI VITE

© 2001 BANCO AZZOAGLIO